Breve vagina: cosa è e come trattare

La sindrome della vagina corta è una malformazione congenita in cui la ragazza nasce con un canale vaginale più piccolo e stretto del normale, che durante l'infanzia non provoca disagio ma può causare dolore durante l'adolescenza, specialmente quando inizia contatto sessuale.

Il grado di questa malformazione può variare da un caso all'altro e quindi ci sono ragazze che potrebbero non avere nemmeno un canale vaginale, causando ancora più dolore quando si verifica il ciclo mestruale, poiché i resti rilasciati dall'utero non possono lasciare il corpo. Comprendi meglio cosa succede quando la ragazza non ha la vagina e come viene trattata.

Pertanto, ogni caso di vagina corta dovrebbe essere valutato da un ginecologo, per identificare il grado e iniziare il trattamento più appropriato, che può comportare, ad esempio, esercizi chirurgici con dispositivi medici speciali.

Caratteristiche principali

La principale caratteristica della sindrome della vagina corta è la presenza di un canale vaginale più piccolo di quello della maggior parte delle donne, e la vagina è spesso di 1 o 2 cm invece di 6-12 cm, il che è normale .

Inoltre, a seconda delle dimensioni della vagina, la donna potrebbe avere ancora sintomi come:

  • Assenza di prime mestruazioni;
  • Dolore intenso durante il contatto intimo;
  • Disagio quando si usano i tamponi;

Molte ragazze possono anche finire per sviluppare la depressione, soprattutto quando non sono in grado di fare sesso o hanno il loro primo ciclo mestruale e non sono consapevoli della presenza di questa malformazione.

Pertanto, ogni volta che c'è un disagio nel contatto intimo o grandi cambiamenti nel ciclo mestruale atteso, è importante consultare un ginecologo, poiché, nella maggior parte dei casi, la sindrome della vagina corta è identificata solo da un esame fisico da parte del medico.

Come viene eseguito il trattamento?

Un'ampia percentuale di casi di vagina corta può essere trattata senza necessità di intervento chirurgico. Questo perché i tessuti vaginali sono di solito abbastanza elastici e quindi possono essere dilatati gradualmente usando speciali apparecchi di dimensioni variabili e conosciuti come i dilatatori vaginali di Frank.

I dilatatori devono essere inseriti nella vagina per circa 30 minuti al giorno e, nei primi tempi del trattamento, devono essere utilizzati tutti i giorni. Quindi, con l'allargamento del canale vaginale, questi dispositivi possono essere utilizzati solo da 2 a 3 volte alla settimana o secondo le linee guida del ginecologo.

La chirurgia viene solitamente utilizzata solo quando gli apparecchi non provocano alcun cambiamento nelle dimensioni della vagina o quando la malformazione vaginale è molto grave e causa la totale assenza del canale vaginale.