Tutto sull'anello vaginale

L'anello vaginale è una sorta di metodo contraccettivo a forma di anello con circa 5 centimetri, che è fatto di silicone flessibile e che viene inserito nella vagina, in modo da prevenire l'ovulazione e la gestazione attraverso il rilascio graduale di ormoni.

Questo metodo dovrebbe essere usato per 3 settimane di fila e dopo tale periodo dovrebbe essere ritirato, prendendo una pausa di 1 settimana, prima di reinserire un nuovo anello. Se usato correttamente, questo metodo contraccettivo ha un'efficacia superiore al 99%, essendo simile al preservativo, evitando una gravidanza indesiderata.

L'anello contraccettivo è abbastanza comodo perché è fatto di un materiale flessibile che si adatta ai contorni della regione, posizionandosi in una porzione meno sensibile della vagina, anche durante il contatto intimo.

Prezzo e dove acquistare

Questo tipo di metodo contraccettivo può essere acquistato nelle farmacie convenzionali, senza la necessità di una prescrizione, e il suo prezzo varia tra 40 e 70 reais. Uno dei nomi commerciali più noti dell'anello vaginale è Nuvaring, ci sono altri marchi come Circlet, per esempio.

Come funziona

L'anello vaginale è costituito da un tipo di silicone che contiene versioni sintetiche degli ormoni femminili progesterone ed estrogeno. Questi due ormoni vengono rilasciati nell'arco di 3 settimane e fanno sì che le ovaie non producano un nuovo uovo, prevenendo la fecondazione e quindi una possibile gravidanza.

Dopo le 3 settimane di uso dell'anello, è necessario fare una pausa di 1 settimana per consentire alle mestruazioni di apparire prima di posizionare il nuovo anello.

Come mettere l'anello vaginale

L'anello vaginale dovrebbe essere inserito nella vagina il primo giorno delle mestruazioni. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:

  1. Controlla la data di scadenza della confezione dell'anello;
  2. Lavati le mani prima di aprire il pacchetto e tenere l'anello;
  3. Scegli una posizione comodacome stare con una gamba sollevata o sdraiata, per esempio;
  4. Tieni l'anello tra l'indice e il pollice, stringendolo finché non ha la forma di un "8";
  5. Inserire l'anello delicatamente nella vagina e spingere leggermente con l'indicatore.

La posizione esatta dell'anello non è importante per il suo funzionamento, quindi ogni donna dovrebbe provare a posizionarla dove è più comoda.

Dopo le 3 settimane di utilizzo, l'anello può essere rimosso inserendo l'indice nella vagina e tirandolo delicatamente. Quindi dovrebbe essere messo nella confezione e gettato via.

Quando si sostituisce il

L'anello deve essere rimosso dopo 3 settimane di uso continuo, tuttavia deve essere sostituito solo dopo 1 settimana di riposo. In questo modo, questo metodo deve essere posizionato ogni 4 settimane.

Un esempio pratico è che se metti l'anello di sabato alle 21:00, dovresti toglierlo 3 settimane dopo, o il sabato alle 9:00. Il nuovo anello dovrebbe essere posizionato esattamente 1 settimana dopo, cioè sabato prossimo alle 21:00.

Se sono trascorse più di 3 ore dall'intervallo di tempo per il nuovo anello, si consiglia di utilizzare un altro metodo contraccettivo, come un preservativo, per 7 giorni, in quanto l'effetto dell'anello potrebbe diminuire.

Principali vantaggi e svantaggi

L'anello vaginale è uno dei vari metodi contraccettivi disponibili e quindi presenta vantaggi e svantaggi che dovrebbero essere valutati da ogni donna quando si seleziona un contraccettivo:

vantaggisvantaggi
Non è a disagio e non interferisce con i rapporti sessuali.Ha effetti collaterali come aumento di peso, nausea, mal di testa o acne.
Deve essere posizionato solo una volta al mese.Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili come i preservativi.
Consente di dimenticare fino a 3 ore per sostituire l'anello.È importante inserire l'anello allo stesso tempo per evitare di danneggiare l'effetto.
Aiuta a regolare i periodi e ridurre i crampi mestruali.Non può essere utilizzato in un numero di casi, come problemi al fegato o pressione alta.

Cosa fare se l'anello viene fuori

In alcuni casi, l'anello vaginale può essere involontariamente espulso nelle mutandine, per esempio. In questi casi, le linee guida variano a seconda di quanto tempo l'anello è stato fuori dalla vagina:

  • Meno di 3 ore

L'anello dovrebbe essere lavato con acqua e sapone e poi rimesso nella vagina. Fino a 3 ore, l'effetto di questo metodo continua a proteggere da una possibile gravidanza e, pertanto, non è necessario utilizzare un altro metodo contraccettivo.

  • Più di 3 ore nella 1a e 2a settimana

In questi casi, l'effetto dell'anello può essere compromesso e quindi, oltre a lavare e riattaccare l'anello nella vagina, un altro metodo contraccettivo, come un preservativo o uno spermicida, dovrebbe essere usato per 7 giorni. Se l'anello si spegne durante la prima settimana e si è verificata una relazione intima non protetta, c'è il rischio di una possibile gravidanza.

  • Più di 3 ore nella 3a settimana

In questo caso, la donna dovrebbe gettare l'anello nella spazzatura e quindi scegliere una delle seguenti opzioni:

  1. Inizia a utilizzare un nuovo anello senza fare una pausa per 1 settimana.Durante questo periodo la donna potrebbe non avere sanguinamento mestruale, ma potrebbe avere un sanguinamento irregolare.
  2. Metti in pausa per 7 giorni e inserisci un nuovo anello dopo la pausa. Durante questo periodo ci si aspetta che la donna abbia le sue mestruazioni. Questa opzione dovrebbe essere selezionata solo se, prima di questo momento, l'anello è stato almeno 7 giorni all'interno del canale vaginale.

Se si dimentica di inserire l'anello dopo la pausa

Se c'è dimenticanza e la pausa è più lunga di 7 giorni, è consigliabile posizionare il nuovo anello non appena se ne ricorda e iniziare le 3 settimane di utilizzo da quel giorno. È inoltre importante utilizzare un altro metodo contraccettivo per almeno 7 giorni per evitare la gravidanza. Se durante la pausa si è verificato un contatto intimo non protetto, c'è il rischio di gravidanza e il ginecologo dovrebbe essere consultato.

Possibili effetti collaterali

Come ogni altro rimedio ormonale, l'anello ha effetti collaterali che possono verificarsi in alcune donne:

  • Dolore alla pancia e nausea;
  • Infezioni vaginali frequenti;
  • Mal di testa o emicrania;
  • Diminuzione della libido;
  • Aumento di peso;
  • Periodi mestruali dolorosi

Inoltre, vi è ancora un aumento del rischio di problemi come ipertensione, infezioni del tratto urinario, ritenzione di liquidi e formazione di coaguli.

Chi non dovrebbe usare l'anello

L'anello contraccettivo non deve essere usato da donne che hanno condizioni che influenzano la coagulazione del sangue, sono costrette a letto a causa di un intervento chirurgico, hanno avuto un infarto o ictus, hanno angina pectoris, hanno grave diabete, ipertensione, colesterolo alto, alcuni tipo di emicrania, pancreatite, malattia del fegato, tumore del fegato, carcinoma mammario, sanguinamento vaginale inspiegabile o allergia all'etinilestradiolo o etonogestrel.

Pertanto, si consiglia di consultare il ginecologo prima di utilizzare questo metodo contraccettivo, per valutare la sicurezza del suo uso.