Tutto ciò che devi sapere sulla prostata

Le malattie correlate alla prostata possono comparire in qualsiasi fase della vita, con il cancro alla prostata, la prostatite e l'iperplasia prostatica benigna che è la più comune. Tuttavia, il cancro alla prostata è più comune negli uomini con più di 50 anni di età, pertanto è importante sottoporsi regolarmente a esami di questa età per identificare i primi problemi nella prostata.

Dove si trova la prostata

La prostata si trova tra la vescica e il bacino dell'uomo, in piedi davanti al retto, che è la porzione finale dell'intestino, e quindi è possibile sentire la prostata attraverso l'esame rettale.

Qual è la prostata

La prostata è una piccola ghiandola delle dimensioni di una noce, situata tra la vescica e il bacino dell'uomo. La sua funzione nel corpo è quella di produrre una parte del fluido che forma lo sperma, aiutando a nutrire e proteggere lo sperma.

Malattie più comuni della prostata

I principali cambiamenti della prostata sono cancro, iperplasia prostatica benigna e prostatite e possono essere causati da ereditarietà genetica, cambiamenti ormonali o infezioni da virus o batteri.

1. Cancro alla prostata

Il cancro alla prostata è più comune negli uomini di età superiore ai 50 anni, ma può anche manifestarsi prima, soprattutto quando si ha una storia familiare di questa malattia.

Il trattamento del cancro alla prostata viene eseguito con un intervento chirurgico per rimuovere il tumore, essendo necessario in alcuni casi per rimuovere l'intera prostata. Altre forme di trattamento che possono essere utilizzate in combinazione con la chirurgia sono la radioterapia e il trattamento ormonale per ridurre il tumore e ridurre il rischio che la malattia ritorni. Inoltre, anche dopo che il tumore è guarito, è importante avere screening regolari per identificare in anticipo se il tumore riemerge.

2. Iperplasia prostatica benigna

L'iperplasia prostatica benigna, nota anche come prostata sollevata o infiammata, è ingrossata della prostata ma senza la presenza di cancro. È comune che molti uomini abbiano questo problema ad un certo punto della loro vita, in quanto vi è un allargamento naturale della prostata con l'avanzare dell'età.

Il trattamento per l'iperplasia prostatica benigna può essere effettuato attraverso i rimedi per rilassare il muscolo della prostata, gli ormoni per ridurre le dimensioni dell'organo o, nei casi più gravi, l'intervento chirurgico per rimuovere la prostata.

3. Prostatite

La prostatite è un'infezione della prostata, solitamente causata da virus o infezioni batteriche, e può anche insorgere come conseguenza di un'infezione del tratto urinario non trattata. Questo cambiamento può anche aumentare le dimensioni di questa ghiandola, ma temporaneamente, perché si allontana dopo il trattamento.

Il trattamento della prostatite viene effettuato mediante l'uso di antibiotici e medicinali per ridurre il dolore, ma in alcuni casi può essere necessario ricovere in ospedale per trattare la malattia con farmaci in vena. Tuttavia, quando gli antibiotici non riescono a respingere l'infezione, è necessario un intervento chirurgico per rimuovere la regione infiammata della prostata.

Segnali di pericolo per la prostata

In generale, tutti i cambiamenti nella prostata hanno gli stessi sintomi, che sono:

  • Dolore o bruciore quando si urina o si eiacula;
  • Sentirsi pieno di vescica, anche dopo aver urinato;
  • Aumento della frequenza urinaria;
  • Diminuzione del flusso e della forza delle urine;
  • Dolore sotto l'ombelico e nell'area tra i testicoli e l'ano;
  • Mal di schiena, soprattutto nella parte bassa della schiena.

In presenza di questi sintomi, si dovrebbe cercare l'urologo per identificare la causa del problema e iniziare un trattamento appropriato.

Come sapere se la prostata è buona

Per sapere se la prostata sta bene è necessario fare test come:

  • Tocco rettale: è il sondaggio della prostata attraverso l'ano del paziente e viene utilizzato per valutare le dimensioni e la durezza della prostata;
  • PSA: è un esame del sangue che conta la quantità di una specifica proteina prostatica, e risultati con valori alti significa che la prostata è aumentata e può essere iperplasia prostatica benigna o cancro;
  • biopsia: esame in cui viene rimosso un piccolo pezzo di prostata da valutare in laboratorio, identificando i cambiamenti nelle cellule che caratterizzano il tumore;
  • Analisi delle urine: utilizzato per rilevare la presenza di batteri nelle urine e diagnosticare casi di prostatite.

Questi test dovrebbero essere eseguiti a qualsiasi età in presenza di sintomi di cambiamenti nella prostata e secondo le linee guida dell'urologo. Tuttavia, è importante eseguire l'esame tattile una volta all'anno dopo i 50 anni o dopo i 45 anni in caso di storia familiare di cancro alla prostata ed è importante ricordare che il cancro alla prostata ha un'alta probabilità di guarigione quando identificato presto.