Vedi gli esami del sangue che rilevano il cancro

Per identificare il cancro può essere richiesto dal medico di eseguire il dosaggio dei marcatori tumorali, che sono sostanze prodotte dalle cellule o dal tumore stesso, come AFP e PSA, che sono elevate nel sangue in presenza di alcuni tumori. Conoscere i segni e i sintomi che possono indicare il cancro.

Il dosaggio dei marcatori tumorali è importante non solo per rilevare il cancro, ma anche per valutare lo sviluppo del tumore e la risposta al trattamento.

Nonostante i marker tumorali sono indicativi di cancro, alcune situazioni benigni possono portare al suo aumento, come appendicite, prostatite o iperplasia prostatica e pertanto in molti casi necessario ulteriori test per confermare la diagnosi, come ultrasuoni o imaging a risonanza magnetica, per esempio.

Inoltre, i valori dei marcatori tumorali del test del sangue variano a seconda del laboratorio e del sesso del paziente, ed è importante tenere conto del valore di riferimento del laboratorio. Ecco come capire l'analisi del sangue.

8 indicatori tumorali che rilevano il cancro

Alcuni dei test più richiesti dal medico per identificare il cancro sono:

1. AFP

Cosa rileva: L'alfa-fetoproteina (AFP) è una proteina la cui dosaggio può essere necessaria per studiare i tumori nello stomaco, dell'intestino, dell'ovaio e metastasi nel fegato.

Valore di riferimento: Di solito quando ci sono cambiamenti maligni il valore è superiore a 1000 ng / ml. Tuttavia, questo valore può essere aumentato anche in situazioni quali l'epatite cronica o cirrosi, per esempio, e il suo valore vicino a 500 ng / ml.

2. MCA

Cosa rileva: Il carcinoma mucoide associato antigene (MCA) è di solito richiesto per verificare l'insorgenza del cancro al seno. Per conoscere alcuni segni di cancro al seno leggere: 12 sintomi di cancro al seno.

Valore di riferimento: Nella maggior parte dei casi può indicare il cancro quando il suo valore è maggiore di 11 U / ml nel test del sangue. Tuttavia, questo valore potrebbe aumentare in situazioni meno gravi, come tumori benigni dell'ovaio, dell'utero o della prostata.

Di solito il medico richiede anche il dosaggio del marcatore CA 27.29 o CA 15.3 per il monitoraggio del tumore mammario e controlla la risposta al trattamento e il rischio di recidiva. Capire a cosa serve l'esame CA 15.3 e come è fatto.

3. BTA

Cosa rileva: L'antigene del tumore della vescica (BTA) è usato per aiutare a rilevare il cancro alla vescica e viene solitamente dosato con NMP22 e CEA.

Valore di riferimento: In presenza di cancro alla vescica, il test mostra un valore maggiore di 1. La presenza di BTA nelle urine, tuttavia, può anche essere superiore a problemi meno gravi come infiammazione del rene o uretra, soprattutto quando si utilizza un catetere a permanenza.

4. PSA

Cosa rileva: L'antigene prostatico (PSA) è una proteina normalmente prodotta per la prostata, ma nel caso del cancro alla prostata può aumentare la sua concentrazione. Ulteriori informazioni su PSA.

Valore di riferimento: Quando la concentrazione del PSA nel sangue è superiore a 4,0 ng / ml potrebbe indicare sviluppo del cancro e quando è superiore a 50 ng / ml possono indicare la presenza di metastasi. Tuttavia, per confermare il cancro è necessario eseguire altri test come l'esame rettale e l'ecografia alla prostata, poiché la concentrazione di questa proteina può anche essere aumentata in situazioni benigne. Capire di più su come identificare questo tipo di cancro.

5. CA 125

Cosa rileva: Il CA 125 è un marker ampiamente utilizzato per verificare la possibilità e monitorare lo sviluppo del cancro ovarico. Il dosaggio di questo marcatore deve essere accompagnato da altri test in modo da poter effettuare la diagnosi corretta. Ulteriori informazioni su CA 125.

Valore di riferimento: Di solito è un segno di cancro ovarico quando il valore è superiore a 65 U / ml. Tuttavia, il valore può anche essere aumentato nel caso di cirrosi, cisti, endometriosi, epatite o pancreatite.

6. Calcitonina

Cosa rileva: La calcitonina è un ormone prodotto dalla tiroide e può essere aumentato principalmente nelle persone con cancro alla tiroide, ma anche in persone con cancro al seno o ai polmoni, per esempio. Guarda come viene eseguito il test della calcitonina.

Valore di riferimento: Può essere cancro quando il valore del segnale è maggiore di 20 pg / ml, ma valori può essere modificata anche a causa di problemi come la pancreatite, morbo di Paget e anche durante la gravidanza.

7. Thyroglobulin

Cosa rileva: La tireoglobulina è generalmente elevato nel cancro della tiroide, tuttavia, per la diagnosi di cancro alla tiroide dovrebbe anche essere testato per altri marcatori, come la calcitonina e TSH, per esempio, dal momento che la tireoglobulina può essere aumentata anche in persone che non hanno la la malattia.

Valore di riferimento: I valori normali della tireoglobulina sono compresi tra 1,4 e 78 g / ml, superiori a quelli che possono essere indicativi del cancro. Ecco i sintomi del cancro alla tiroide.

8. CEA

Cosa rileva: L'antigene carcinoembrionario (CEA) può essere dosato a diversi tipi di cancro, essendo normalmente a sollevare il cancro intestinale, che colpisce il colon o del retto. Scopri di più sul cancro dell'intestino.

Valore di riferimento: Per essere indicativo di cancro, la concentrazione di CEA deve essere superiore a 5 volte il valore normale è fino a 5 ng / ml nei fumatori e persone fino a 3 ng / ml nei soggetti non fumatori. Capire cos'è l'esame CEA e cosa fa.

Oltre a questi esami del sangue possono valutare altri ormoni e proteine ​​quali CA 19.9, 72.4 CA, LDH, catepsina D, telomerasi e gonadotropina corionica umana per esempio, che alloggiano con il valore di riferimento modificato durante lo sviluppo di un cancro qualche organo.

Come confermare la diagnosi di cancro

In caso di cancro sospetto, è necessario confermare la diagnosi, solitamente richiesta dal medico, test di imaging complementare, quali:

  • ultrasuoni: Conosciuto anche come ultrasonografia, che è un esame in grado di rilevare lesioni in organi quali fegato, pancreas, milza, reni, prostata, seno, tiroide, utero e ovaie;
  • ray: È un esame a raggi X che aiuta a identificare i cambiamenti nel polmone, nella colonna vertebrale e nelle ossa;
  • Risonanza magnetica: Un esame immagine per rivelare variazioni di organi quali seno, vasi sanguigni, fegato, pancreas, milza, reni e ghiandole surrenali.
  • Scanner CT usato: Essa viene eseguita quando ci sono cambiamenti nel raggi X e di solito è richiesto di valutare i polmoni, il fegato, la milza, pancreas, articolazioni e la faringe, per esempio.

Nella maggior parte dei casi, la conferma della diagnosi è fatta combinando vari test quali osservazione del paziente, esami del sangue, risonanza magnetica e la biopsia, per esempio.