Tutto su Syphilis Test (VDRL)

Il VDRL, il che significa malattie veneree Research Laboratory, è un esame del sangue utilizzato per diagnosticare la sifilide o la sifilide, che è una malattia a trasmissione sessuale. Inoltre, questo test può essere chiesto di accompagnare la malattia in coloro che già hanno la sifilide, una malattia che è inizialmente caratterizzato dalla presenza di lesioni nella regione che non fa male. Vedi quali sono i sintomi della sifilide.

In alcuni casi, l'esame della sifilide può dare un risultato falso positivo, che può significare che la persona non ha la sifilide, ma può avere altre malattie come lebbra, tubercolosi o epatite, per esempio.

L'esame VDRL deve essere eseguito prima di rimanere incinta e anche in ogni trimestre di gravidanza in quanto è una malattia che può avere gravi complicazioni di salute.

Come viene eseguito l'esame VDRL

Il test VDRL viene eseguito attraverso un semplice esame del sangue, in cui un campione di sangue piccolo viene raccolto e analizzato in laboratorio.

Per eseguire il test, il digiuno non è necessario, anche se alcuni medici o laboratori indicano il digiuno per almeno 4 ore per eseguire il test. Il risultato del test viene rilasciato secondo il laboratorio e può essere rilasciato 24 ore o in 7 giorni.

Capire il risultato dell'esame VDRL

Il risultato dell'esame VDRL è dato in titoli: più alto è il titolo, più positivo è il risultato del test. Fondamentalmente il risultato dell'esame VDRL può essere:

  • Positivo o Reagente;
  • Negativo o non reattivo.

Se il risultato è negativo, significa che la persona non è mai entrata in contatto con i batteri che causano la sifilide o che è guarita.

Cosa significa il risultato positivo?

Solitamente il risultato di VRDL è mezzi positivi che la persona ha la sifilide, tuttavia, la persona non può avere la sifilide e hanno altre malattie come brucellosi, lebbra, epatite, malaria, asma, tubercolosi, cancro e malattie autoimmuni, con un conseguente risultato falso positivo.

Il risultato è considerato positivo quando ha il titolo da 1/16. Questo titolo significa che anche diluendo il sangue 16 volte è ancora possibile identificare gli anticorpi.

Titoli inferiori come 1/1, 1/2, 1/4 e 1/8, indicare che è possibile avere la sifilide, perché dopo una, due, quattro o otto diluizioni gli anticorpi potrebbero ancora essere rilevati. Come è possibile, è importante ritornare dal medico per un test di conferma è necessaria perché questo documento può essere un risultato di cross-reattività, cioè un falso positivo. Titoli bassi si trovano anche nella sifilide primaria, dove gli anticorpi circolano nel sangue a basse concentrazioni.

Titoli oltre 1/16 indicano che hai la sifilide e quindi dovresti andare dal medico in modo che il trattamento possa essere avviato rapidamente.

Esame VDRL in gravidanza

Il VDRL durante la gravidanza deve essere eseguito all'inizio di cure prenatali e deve essere ripetuto nel secondo trimestre, anche se il risultato è negativo perché il bambino può avere problemi neurologici se la madre ha la sifilide. Vedi i rischi della sifilide in gravidanza.

Se il risultato è positivo, la donna incinta può trasmettere la malattia al bambino attraverso la placenta o il canale del parto se la malattia non è identificata e trattata correttamente.

Per la diagnosi della sifilide in donne in gravidanza, il test VDRL dovrebbe essere fatto ogni mese fino alla fine della gravidanza da valutare la risposta della donna al trattamento ed essere in grado di sapere se il batterio che causa la sifilide è stata eliminata in tal modo.

Normalmente il trattamento della sifilide è realizzato con iniezioni di penicillina secondo il ginecologo, ostetrico o malattie infettive. Ulteriori informazioni sul trattamento con la sifilide, segni di miglioramento, peggioramento e complicanze.