Tutto su Videolaparoscopia diagnostica e chirurgica

Laparoscopia serve come un esame diagnostico o di tecnica chirurgica ed è il miglior mezzo di diagnosi di endometriosi, anche se questo non è il primo esame, in quanto è possibile sapere che cosa è l'endometriosi attraverso altri test come l'ecografia transvaginale e la risonanza magnetica, che sono meno invasivo.

Il prezzo della chirurgia laparoscopia varia da 5 a 15 mila reais a seconda del tipo di scansione o trattamento da eseguire diagnostico, ma può essere eseguita anche gratuitamente dalla SUS.

A cosa serve la videolaparoscopia?

La videolaparoscopia può essere indicata per:

Diagnostica VL
  • endometriosi;
  • Malattia peritoneale;
  • Tumore addominale;
  • Malattie ginecologiche;
  • Sindrome da aderenza;
  • Dolore addominale cronico senza causa apparente;
  • Biopsia ovarica;
  • Gravidanza ectopica
VL chirurgico
  • Trattamento Hydrosalpinge;
  • Rimozione delle lesioni ovariche;
  • Rimozione delle aderenze;
  • Legatura delle tube;
  • Isterectomia totale;
  • Ritiro di myoma;
  • Trattamento delle distopie genitali
  • Ritiro dell'appendice;
  • Chirurgia ginecologica.

Come viene eseguita la videolaparoscopia?

Per eseguire questo test è necessario un anestetico generale e il chirurgo fa un taglio nel ventre pulsante, che permette in un piccolo tubo contenente anidride carbonica e una macchina fotografica in miniatura all'interno, e detiene più di 2 tagli nella zona addominale in cui entrerà altri strumenti necessari per esplorare la regione pelvica, addominale o eseguire un intervento chirurgico. La microcamera mostrerà sul monitor l'intero all'interno dell'addome e il medico può anche eseguire tagli ed allentare aderenze sono presenti.

La preparazione per l'esame è di realizzare gli esami precedenti, come ad esempio la valutazione preoperatoria e rischio chirurgico, e quando questo test è richiesto esplora la cavità addominale per svuotare completamente l'intestino utilizzando lassativi sotto controllo medico il giorno prima della prova.

Come è il recupero della laparoscopia?

Il recupero dall'intervento di videolaparoscopia è molto meglio rispetto alla chirurgia convenzionale perché ci sono meno tagli e il sanguinamento durante l'intervento è minimo. Il tempo di recupero di un intervento laparoscopico dura da 7 a 14 giorni, a seconda della procedura. Dopo questo periodo l'individuo può tornare gradualmente alle sue attività quotidiane.

Subito dopo la laparoscopia è normale: dolore addominale, dolore alle spalle, tenere stitico, si sentono gonfio, nausea e voglia di vomitare. Pertanto, durante il periodo di recupero, si dovrebbe riposare il più possibile ed evitare di: avere rapporti sessuali, la guida, la pulizia della casa, lo shopping e l'esercizio nei primi 15 giorni.

Quando non dovrebbe essere fatto

La laparoscopia non deve essere eseguita in caso di gravidanza avanzato nelle persone affette da obesità, quando ci sono stati diversi precedenti operazioni in precedenza nel caso di tubercolosi nel peritoneo, rilevato il cancro nella regione, massa addominale ingombrante, e quando la persona è gravemente compromessa . Non dovrebbe essere tenuto in caso di ostruzione intestinale, peritonite, ernie addominali e quando non è possibile applicare l'anestesia generale.

Possibili complicazioni

Anche se questo esame è il migliore per fare la diagnosi di alcune malattie e hanno un migliore recupero quando serve come una forma di intervento chirurgico, presenta ancora alcuni rischi per la salute a causa complicazioni possono sorgere come sanguinamento nelle principali organi come il fegato o la milza, perforazione intestinale, vescica o l'utero, ernia al sito di ingresso di strumenti, sito di infezione, peggioramento della endometriosi, e quando si è tenuta nel torace può accadere penumotórax, embolia o enfisema, e questo non è di solito un esame che è necessario come prima opzione per la diagnosi di qualsiasi malattia.