Tutto su Chirurgia della sindrome del tunnel carpale

L'intervento chirurgico per la Sindrome del Tunnel Carpale consiste nel fare un taglio tra il palmo della mano e il polso per rilasciare il nervo che viene premuto e causare sintomi come formicolio o sensazione di bruciore nella mano e nelle dita.

La chirurgia di decompressione del tunnel carpale è generalmente raccomandata nei casi in cui i rimedi e le sessioni di fisioterapia hanno avuto un miglioramento minimo o nullo e nei casi in cui vi è una grande compressione nervosa.

L'intervento chirurgico è effettuato da un ortopedico, è relativamente semplice e, nella maggior parte dei casi, fornisce una cura completa e permanente. Tuttavia, come per qualsiasi tipo di intervento chirurgico, c'è sempre un piccolo rischio di complicazioni come danni ai nervi o infezioni, per esempio.

Come viene eseguita la chirurgia del tunnel carpale

La chirurgia del tunnel carpale consiste nel fare una piccola apertura tra il palmo della mano e il polso per tagliare il legamento che preme il nervo per alleviare la pressione su di esso. La chirurgia può essere eseguita con due diverse tecniche:

  • Tecnica tradizionale: il chirurgo fa un grande taglio nel palmo della mano sul tunnel carpale e taglia il legamento per liberare il nervo;
  • Tecnica di laparoscopia: il chirurgo usa un dispositivo con una piccola telecamera collegata per vedere l'interno del tunnel carpale e taglia il legamento attraverso uno o due piccoli tagli sulla mano o sul polso.

L'anestesia per la chirurgia del tunnel carpale può essere eseguita sulla mano, vicino alla spalla o il chirurgo può optare per l'anestesia generale. Tuttavia, qualunque sia l'anestesia, il paziente non avverte nulla durante l'intervento.

Rischi della chirurgia del tunnel carpale

La chirurgia del tunnel carpale, come tutti gli interventi chirurgici, ha alcuni rischi come infezioni, sanguinamento, danni ai nervi e dolore al polso o alle braccia persistente. Inoltre, dopo l'intervento chirurgico per la decompressione del tunnel carpale, possono verificarsi sintomi come formicolio e sensazione di aghi nella mano.

Com'è il recupero dalla chirurgia?

Il tempo di recupero dopo la chirurgia del tunnel carpale dipende dal tipo di tecnica utilizzata, e il tempo di recupero per la chirurgia tradizionale è generalmente un po 'più lungo del tempo di recupero per la chirurgia laparoscopica. In generale, le persone che lavorano negli uffici e devono scrivere devono stare lontani dal lavoro per 10 giorni.

Tuttavia, indipendentemente dalla tecnica utilizzata, nel periodo postoperatorio della chirurgia del tunnel carpale il paziente deve:

  • Riposa a riposo e prendi Paracetamolo o Ibuprofene per alleviare il dolore e il disagio;
  • Utilizzare una stecca per immobilizzare il polso per evitare danni causati da movimenti articolari per 8-10 giorni;
  • Tenere la mano operata sollevata per 48 ore per ridurre il gonfiore e la rigidità delle dita;
  • Dopo aver rimosso la stecca, è possibile posizionare un impacco di ghiaccio per alleviare il dolore e ridurre il gonfiore.

Dopo l'intervento chirurgico, si può avvertire dolore o debolezza che può richiedere alcune settimane o mesi per passare e un medico indica quando il paziente può usare la mano per svolgere attività leggere che non causano dolore o disagio e quando è possibile tornare al lavoro.

Dopo l'intervento, di solito è necessario fare un paio di sedute di terapia fisica per il tunnel carpale e gli esercizi per evitare che le cicatrici chirurgiche si attacchino e impediscano il libero movimento del nervo interessato. Ecco alcuni esempi di esercizi in: Trattamento per la Sindrome del Tunnel Carpale.

Guarda altri suggerimenti nel seguente video: