Tubercolosi della colonna vertebrale

Tubercolosi della colonna vertebrale, anche chiamata La malattia di Pott, è il tipo più comune di tubercolosi extrapolmonare e può raggiungere diverse vertebre allo stesso tempo, generando sintomi gravi e invalidanti. Il trattamento comprende antibiotici, terapia fisica e talvolta chirurgia.

La malattia si verifica quando il Bacillo di Koch, passa nel sangue e si deposita nella colonna vertebrale, preferibilmente nelle ultime vertebre toraciche o lombari. Quando si sceglie il sito, il bacillo si installa e inizia il processo di distruzione ossea, portando al compromesso di tutte le articolazioni della colonna vertebrale.

I sintomi della tubercolosi ossea nella colonna vertebrale

I sintomi della tubercolosi spinale possono essere:

  • debolezza alle gambe;
  • dolore progressivo;
  • massa palpabile alla fine della colonna;
  • menomazione del movimento,
  • rigidità della colonna vertebrale,
  • ci può essere perdita di peso;
  • potrebbe esserci la febbre

Nel tempo, se non c'è una buona risposta al trattamento, può progredire alla compressione spinale e alla conseguente paraplegia.

La diagnosi di tubercolosi ossea dipende dai raggi X, dalla TC e dalla scintigrafia, ma il modo migliore per diagnosticare la tubercolosi ossea è la biopsia ossea, chiamata biopsia ossea e PPD.

Trattamento per la tubercolosi dell'osso spinale

Il trattamento per la tubercolosi dell'osso spinale comprende l'immobilizzazione della colonna vertebrale con un giubbotto, riposo, antibiotici per circa 2 anni e fisioterapia. In alcuni casi può essere necessario un intervento chirurgico per drenare gli ascessi o stabilizzare la colonna vertebrale.