L'uso inappropriato di antibiotici dà origine a superbatteri

Superbugs sono il risultato di un uso scorretto di antibiotici che portano a mutazioni genetiche che li rendono resistenti a questi farmaci. Sfortunatamente anche gli antibiotici più forti come le carbammine non hanno alcun effetto sui superbatteri, che finiscono per essere difficili da controllare e possono portare molti a morte.

I batteri Klebisiella Pneumoniae, conosciuta con l'acronimo KPC, è un esempio di superbug, che è in grado di resistere alla maggior parte degli antibiotici esistenti, causando sintomi come febbre alta, difficoltà respiratorie e infezioni ricorrenti, essendo potenzialmente fatali.

Altri esempi di superbatteri sono E. Coli e Pseudomonas aeruginosa, che sono anche difficili da controllare. Di solito il KPC è limitato agli ospedali, ma questo superbugeria è già stato trovato in luoghi pubblici che mettono tutti a rischio.

I sintomi causati da superbatterio

I sintomi variano a seconda del batterio presente e i medici di solito non sospettano un superbug, fino a quando il trattamento che viene solitamente eseguito cessa di essere efficace, aumentando la moltiplicazione di questo microrganismo nel corpo e aumentando la gravità della malattia.

Per sapere che è una superbugia la diagnosi dovrebbe essere fatta attraverso un esame chiamato antibiogramma, che è in grado di identificare eventuali batteri nel corpo, indicando anche i rimedi più indicati e quelli che non hanno alcun effetto.

Trattamento contro i superbatteri

Il trattamento per superbugia dovrebbe essere fatto in ospedale con iniezioni di una combinazione di antibiotici, direttamente nella vena per combattere i batteri e prevenire l'insorgenza di altre infezioni.

A volte è necessario combinare più di 20 diversi antibiotici per controllare il superbatterio, ma ci sono possibilità di cura.

L'infezione con una superbugia può essere difficile da raggiungere perché ci sono pochi antibiotici che possono eliminarlo. Di solito una persona deve essere ricoverata in ospedale per settimane o mesi, dovendo assumere una combinazione di diversi antibiotici per controllare l'infezione.

Durante il trattamento, il paziente è isolato e le visite devono essere limitate, e indumenti, maschere e guanti devono essere indossati per evitare di contaminare gli altri.

Come usare gli antibiotici correttamente

Per usare correttamente gli antibiotici evitando lo sviluppo di superbatteri è importante assumere solo antibiotici quando sono prescritti dal medico, e dal momento e dalla dose raccomandati da lui stesso che i sintomi scompaiono prima.

Questa cura è una delle più importanti perché quando i sintomi iniziano a diminuire, le persone smettono di prendere l'antibiotico e quindi i batteri acquisiscono maggiore resistenza ai farmaci, mettendo tutti a rischio.

Un'altra cura importante è acquistare solo antibiotici con una prescrizione e, una volta guarito, portare il resto del medicinale lasciato in farmacia, non gettare i contenitori nella spazzatura, nel water o nel lavello della cucina per evitare la contaminazione dell'ambiente, che causa anche la resistenza dei batteri e la loro guarigione.