valvuloplastica

La valvuloplastica è un intervento chirurgico eseguito per correggere un difetto in una valvola cardiaca in modo che il flusso sanguigno si verifichi correttamente. Questo intervento può comportare solo il concerto della valvola danneggiata o la sua sostituzione con un altro di metallo, proveniente da un animale come un maiale o una mucca o da un donatore umano deceduto.

Inoltre, ci sono diversi tipi di valvola Valvuloplastica secondo il difettoso perché ci sono quattro valvole cardiache: la valvola mitrale, la valvola tricuspide, la valvola polmonare e la valvola aortica.

Un Valvuloplastica può essere utilizzato in casi di stenosi di una qualsiasi delle valvole costituiti l'ispessimento e l'indurimento, ostruendo il passaggio del sangue in caso di guasto di una delle valvole, che si verifica quando la valvola non si chiude completamente, con ritorno di un piccolo volume di sangue dietro o in caso di febbre reumatica, per esempio.

Tipi di valvuloplastica

La valvuloplastica può essere classificata in base alla valvola danneggiata, essendo chiamata:

  • Sostituzione della valvola mitrale: il chirurgo riparare o sostituire la valvola mitrale, che ha la funzione di permettere al sangue di passare dall'atrio sinistro al ventricolo sinistro, impedendo il ritorno al polmone;
  • Valvuloplastica aortica: la valvola aortica, permettendo al sangue di uscita ventricolo sinistro dal cuore è danneggiato e quindi il chirurgo riparato o sostituito da un'altra valvola;
  • Valvuloplastica polmonare: il chirurgo ripara o sostituisce la valvola polmonare, che ha la funzione di permettere il passaggio del sangue dal ventricolo destro al polmone;
  • Valvuloplastica tricuspide: la valvola tricuspide, che consente al sangue di fluire dall'atrio destro al ventricolo destro, è danneggiata, pertanto il chirurgo deve riparare o sostituire la valvola con un'altra.

A causa del difetto nella valvola, la sua gravità e l'età del paziente determinano se la valvuloplastica sarà riparata o sostituita.

Tecniche chirurgiche di valvuloplastica

La valvuloplastica viene solitamente eseguita con anestesia generale e un taglio al petto per consentire al chirurgo di osservare l'intero cuore. Questa tecnica convenzionale è particolarmente utilizzata quando si tratta di una sostituzione, come nel caso del grave rigurgito mitralico, per esempio.

Tuttavia, il chirurgo può optare per tecniche meno invasive, come ad esempio:

  • Valvuloplastica con palloncino: consiste nell'introdurre un catetere con un palloncino sulla punta, solitamente attraverso l'inguine, fino al cuore. Dopo che il catetere essendo nel cuore, il contrasto viene iniettato al medico per visualizzare la valvola interessato e il palloncino viene gonfiato e sgonfiato in modo da aprire la valvola si restringe;
  • Valvuloplastica percutanea: Un piccolo tubo viene inserito attraverso il torace anziché un taglio ampio, riducendo il dolore dopo l'intervento chirurgico, la durata della degenza e la dimensione della cicatrice.

Qualsiasi valvuloplastica valvuloplastica percutanea come vengono usati in caso di riparazione, come ad esempio per il trattamento di una stenosi aortica, per esempio.