Tutto quello che devi sapere su paralisi del sonno

La paralisi del sonno è un disturbo che si verifica subito dopo il risveglio o quando si sta tentando di addormentarsi e che impedisce al corpo di muoversi anche quando la mente è sveglia. Quindi, la persona si sveglia ma non può muoversi, causando angoscia, paura e terrore.

Questo perché durante il sonno il cervello rilassa tutti i muscoli del corpo e ci tiene fermi in modo da poter conservare energia ed evitare movimenti improvvisi durante i sogni. Tuttavia, quando si verifica un problema di comunicazione tra il cervello e il corpo durante il sonno, il cervello può richiedere tempo per tornare al corpo, causando un episodio di paralisi del sonno.

Durante ogni episodio è possibile avere allucinazioni come vedere qualcuno vicino al letto o sentire strani rumori, ma ciò accade solo a causa dell'eccesso di ansia e paura causato dalla mancanza di controllo del corpo stesso. Inoltre, i suoni dell'orecchio possono essere giustificati anche dal movimento dei muscoli dell'orecchio, che continua a verificarsi anche quando tutti gli altri muscoli del corpo sono paralizzati durante il sonno.

Sebbene la paralisi del sonno possa verificarsi a qualsiasi età, è più comune negli adolescenti e nei giovani adulti di età compresa tra i 20 ei 30 anni ed è associata a cattive abitudini di sonno e stress eccessivo.

Cosa fare per uscire dalla paralisi del sonno

La paralisi del sonno è un problema poco conosciuto che scompare da solo dopo pochi secondi o minuti. Tuttavia, è possibile uscire più rapidamente da questo stato di paralisi quando qualcuno tocca la persona che sta avendo l'episodio o quando la persona può pensare logicamente al momento e concentra tutte le sue energie per provare a muovere i muscoli.

Come prevenire la paralisi del sonno

La paralisi del sonno è stata più frequente nelle persone con cattive abitudini di sonno e, pertanto, per prevenire gli episodi si consiglia di migliorare la qualità del sonno attraverso strategie come:

  • Dormire da 6 a 8 ore a notte;
  • Vai a letto allo stesso tempo;
  • Svegliarsi ogni giorno alla stessa ora;
  • Evita le bevande energetiche prima di andare a dormire, come caffè o bibite.

Nella maggior parte dei casi, la paralisi del sonno appare solo una o due volte nella vita. Ma quando accade più di una volta al mese, per esempio, si consiglia di consultare un neurologo o un medico specializzato in disturbi del sonno, che può includere l'uso di farmaci antidepressivi come la Clomipramina.

Vedi anche altri suggerimenti che aiutano a migliorare il sonno e possono ridurre le probabilità di avere la paralisi del sonno: dieci consigli per dormire bene la notte.

I sintomi della paralisi del sonno

I sintomi della paralisi del sonno che possono aiutare a identificare questo problema sono:

  • Non essere in grado di muovere il corpo nonostante sia apparentemente sveglio;
  • Sensazione di mancanza di respiro;
  • Sensazione di angoscia e paura;
  • Sensazione di cadere o galleggiare sul corpo;
  • Allucinazioni uditive come udire voci e suoni non caratteristici del luogo;
  • Sensazione di annegamento.

Sebbene i sintomi preoccupanti come mancanza di respiro o sensazione di galleggiamento, La paralisi del sonno non è né pericolosa né pericolosa per la vita.. Durante gli episodi, i muscoli respiratori e tutti gli organi vitali continuano a funzionare normalmente.