Vaccini anziani: quando prendere e quando non assumere

I vaccini raccomandati nel programma di vaccinazione anziani sono quelli contro l'influenza, polmonite da pneumococco, il tetano, la difterite, l'epatite, la febbre gialla, MMR, herpes zoster e la meningite meningococcica, molti dei quali sono forniti dal Ministero della Salute gratuitamente attraverso il servizio sanitario nazionale, mentre alcuni possono essere acquistati solo in cliniche private, come l'herpes zoster, il meningococco e l'epatite A, ad esempio.

La vaccinazione degli anziani è molto importante fornire l'immunità necessarie per combattere e prevenire le infezioni, quindi è essenziale per migliorare la qualità della vita e aumentare l'aspettativa di vita delle persone di età superiore ai 60 anni.

Inoltre, si dovrebbe prestare attenzione alle particolarità di vaccini, dal momento che devono essere indicati dal medico dopo la valutazione delle vaccinazioni precedenti, stato di salute e immunità della persona che riceverà la dose. Un esempio è la vaccinazione contro la febbre gialla, che non dovrebbe essere fatta per tutti gli anziani, a causa del rischio di effetti collaterali in alcuni casi.

Il programma di vaccinazione degli anziani segue le raccomandazioni della Brazilian Immunization Society in collaborazione con la Società brasiliana di geriatria e gerontologia e include:

1. Vaccino antinfluenzale

L'influenza è l'infezione respiratoria causata dal virus dell'influenza e quindi previene non solo l'influenza ma anche la polmonite, l'ospedalizzazione e il rischio di morte causato da questi microrganismi.

Questi vaccini sono costituiti da virus inattivati ​​e frammentati, quindi, senza il rischio di causare infezioni nella persona. Tuttavia, come per la produzione del vaccino sono selezionati 3 o 4 del virus circolante e pericoloso periodo, è possibile per le persone a diventare infettati da altri tipi di influenza o raffreddore causando virus, che confonde molte persone.

  • Quando prendere: Una volta all'anno, preferibilmente prima dell'inizio dell'autunno, quando i virus iniziano a circolare più frequentemente e aumentano le probabilità di infezione.
  • Quando è controindicato: persone con una storia di reazione anafilattica o grave allergia all'uovo di gallina e ai suoi derivati, o qualsiasi altro componente del vaccino. Il vaccino deve essere posticipato in pazienti con infezione febbrile da moderata a grave o cambiamenti nella coagulazione del sangue se fatto per via intramuscolare.

Il vaccino antinfluenzale viene offerto gratuitamente da SUS, presso le cliniche, in campagne annuali.

2. Vaccino da pneumococco

Questo vaccino previene le infezioni causate da batteriStreptococcus pneumoniae, principalmente polmonite, così come altre gravi malattie come la meningite o la batteriemia, che è una diffusa infezione del corpo.

Ci sono due tipi di vaccini disponibili per gli anziani, che sono il 23-valente polisaccaride (VPP23), che contiene 23 tipi di pneumococco, e 13-valente coniugato (VPC13), che contiene 13 tipi.

  • Come dovrebbe essere preso: di solito viene avviato un regime di 3 dosi, a partire da VPC13, poi da 6 a 12 mesi, di VPP23 e un'altra dose di aumento di VPP23 dopo 5 anni. Se gli anziani hanno ricevuto una prima dose di VPP23, VPC13 deve essere somministrato dopo 1 anno e la dose di richiamo VPP23 deve essere programmata dopo 5 anni dalla prima dose.
  • Quando è controindicato: solo in caso di reazione anafilattica alla dose precedente del vaccino o di uno qualsiasi dei suoi componenti. Ritardo in caso di malattia febbrile acuta o cambiamenti nella coagulazione del sangue se fatto per via intramuscolare.

Questo vaccino è realizzato gratuitamente dal SUS per gli anziani a maggior rischio di infezione, come ad esempio vivente istituzionalizzata nelle case di cura della comunità, e altri possono essere vaccinati in cliniche private.

3. Vaccino contro la febbre gialla

Questo vaccino protegge contro l'infezione della febbre gialla, un'infezione virale trasmessa dalle zanzare pericoloso, ma la sua attuazione deve essere salvaguardata per casi necessari, evitando di anziani fragili e le persone con immunità compromessa.

Questo perché il vaccino è fatto da campioni di virus vivo attenuato e non v'è la rara rischio di sviluppare una reazione grave con sintomi simili alla febbre gialla, chiamati "virus visceralização".

Così, per gli anziani, il vaccino contro la febbre gialla può essere indicato nei seguenti casi: che vivono in aree endemiche, persone che viaggiano in zone endemiche o dove esiste una domanda internazionale, in una zona considerata di essere senza rischi. In tutti i casi, dovresti parlare agli anziani dei rischi e dei benefici di questo vaccino, che dovrebbero essere applicati solo dopo il tuo consenso.

  • Quando prendere: Attualmente, il ministero della salute raccomanda solo 1 dose per la vita da 9 mesi di età, tuttavia, quelli che non hanno mai preso il vaccino, dovrebbe prendere la dose se risiedono o viaggiano ad una zona a rischio, che comprendono zone rurali Nord e nel Midwest del paese e alcuni comuni negli stati di Maranhão, Piauí, Bahia, Minas Gerais, São Paulo, Paraná, Santa Catarina e Rio Grande do Sul.
  • Quando è controindicato: La storia reazione anafilattica dopo l'assunzione di uova di pollo o ai componenti del vaccino, malattie che abbassano l'immunità, come il cancro, il diabete, l'AIDS o farmaci immunosoppressori, chemioterapia o radioterapia, per esempio, e in caso di malattia febbrile acuta.

È possibile essere vaccinati contro la febbre gialla nelle cliniche SUS gratuitamente.

4. Vaccino da meningococco

Questo vaccino fornisce protezione contro i batteriNeisseria meningitidis, noto come meningococco, che è in grado di diffondersi attraverso il flusso sanguigno e causare gravi infezioni, come la meningite e la meningococcemia.

Poiché non ci sono molti studi scientifici condotti con questo vaccino negli anziani, di solito è raccomandato in alcuni casi di maggior rischio, come in situazioni epidemiche della malattia o di viaggio verso aree a rischio.

  • Come dovrebbe essere preso: dose singola in caso di epidemie.
  • Quando è controindicato: persone con allergia a qualsiasi componente del vaccino. Ritardo in caso di malattie febbrili acute o malattie che causano disturbi della coagulazione.

Il vaccino meningococcico è disponibile solo in cliniche private di immunizzazione.

5. Vaccino contro l'herpes zoster

L'herpes zoster è una malattia causata dalla riattivazione del virus varicella, che può rimanere per anni alloggiati nei nervi del corpo, e provoca vesciche, rossastro e lesioni dolorose. Questa infezione è più comune negli anziani e le persone con indebolimento del sistema immunitario, e come può essere molto scomoda e dolorosa sequele aspettativa per la pelle che può durare anche anni, molti anziani hanno optato per la prevenzione.

  • Come dovrebbe essere preso: dose singola, per tutte le persone di età superiore ai 60 anni. Per le persone che hanno già avuto l'herpes zoster, è necessario attendere l'intervallo minimo di sei mesi a 1 anno per l'applicazione del vaccino.
  • Quando è controindicato: Le persone con allergie ai componenti del vaccino, o quelli con immunità compromessa a causa di malattia o l'uso di farmaci, come l'AIDS, il cancro, usando corticosteroidi sistemici o la chemioterapia, per esempio.

Il vaccino contro l'herpes zoster può essere applicato nelle cliniche private di vaccinazione. Scopri di più su cosa è e come trattare l'herpes zoster.

6. Vaccino contro il tetano e la difterite

Il vaccino virale doppia o dT conferimento della protezione contro le infezioni da tetano, che è una malattia infettiva grave che può portare alla morte, e la difterite che è una malattia infettiva altamente contagiosa.

  • Quando prendere: ogni 10 anni come un richiamo per le persone che sono state correttamente vaccinate durante l'infanzia. Per gli anziani che non sono stati vaccinati o che non abbiano trascorsi del vaccino, è necessario per rendere il ciclo di 3 dosi con un intervallo di due mesi tra ogni e poi fare richiamo ogni 10 anni.
  • Quando è controindicato: nel caso di reazione anafilattica prima del vaccino o di uno qualsiasi dei suoi componenti. Ritardo nei casi di disturbi della coagulazione del sangue se fatto per via intramuscolare.

Il DT è disponibile in centri di salute, tuttavia, v'è anche la tripla batterico vaccino per adulti, o Tdap, che oltre a tetano e la difterite protegge contro coqueluxe, oltre al vaccino contro il tetano a parte, che sono disponibili in cliniche private immunizzazione.

7. Vaccino virale triplo

Il vaccino contro il morbillo, parotite e rosolia è richiesto in caso di aumento del rischio di infezioni, come ad esempio le situazioni di focolai, viaggi in aree a rischio, le persone che non sono mai stati infettati o che non hanno ricevuto le due dosi di vaccino sulla vita.

  • Come dovrebbe essere preso: sono necessarie solo 2 dosi per tutta la vita, con un intervallo minimo di 1 mese.
  • Quando è controindicato: persone con immunità gravemente compromessa o che hanno avuto una reazione anafilattica dopo aver mangiato l'uovo.

Non è disponibile gratuitamente per gli anziani, tranne durante i periodi di campagna, ed è necessario recarsi in una clinica privata di immunizzazione.

8. Vaccino contro l'epatite

La protezione contro l'epatite A e l'epatite B può essere acquisita attraverso vaccini separati o combinati, per le persone che non hanno alcuna immunità contro queste malattie, che non sono mai stati vaccinati o che non hanno vaccini record.

  • Come dovrebbe essere preso: La vaccinazione contro l'epatite B, o A e B combinati, è realizzato in tre dosi, nello schema 0-1 - 6 mesi. Già l'epatite A vaccino solo può essere presa dopo valutazione sierologica indica la mancanza di immunità contro questa infezione o esposizione situazioni o focolai in due dosi con un intervallo di 6 mesi.
  • Quando è controindicato: persone con reazione anafilattica ai componenti del vaccino. Dovrebbe essere ritardato nei casi di malattia febbrile acuta o disturbi della coagulazione se uso intramuscolare.

Il vaccino contro l'epatite B può essere fatto gratuitamente da SUS, tuttavia la vaccinazione contro l'epatite A è disponibile solo in cliniche di immunizzazione private.