voriconazolo

Voriconazolo è il principio attivo di un medicinale antifungino noto commercialmente come Vfend.

Questo farmaco orale iniettabile è indicato per il trattamento dell'aspergillosi, poiché la sua azione interferisce con l'ergosterolo, una sostanza essenziale per il mantenimento dell'integrità della membrana cellulare del fungo, che finisce indebolita ed eliminata dall'organismo.

Indicazioni per Voriconazolo

aspergillosi; grave infezione fungina.

Prezzo di Voriconazolo

La confezione da 200 mg di voriconazolo contenente una fiala costa circa 1.200 reais, la confezione orale da 200 mg contenente 14 compresse costa circa 5.000 reais.

Effetti collaterali di Voriconazolo

Aumento della creatinina; disturbi visivi (alterazione o aumento della percezione visiva, visione offuscata, alterazione dei colori della visione, sensibilità alla luce).

Controindicazioni di Voriconazolo

Rischio di gravidanza D; le donne nella fase di lattazione; ipersensibilità al prodotto o altro azolo; intolleranza al galattosio; deficit di lattasi.

Come usare Voriconazolo

Uso iniettabile

Infusione endovenosa.

adulti

  • Dose di attacco: 6 mg per kg di peso corporeo ogni 12 ore per 2 dosi, seguite da una dose di mantenimento di 4 mg per kg di peso corporeo ogni 12 ore. Appena possibile (finché il paziente tollera), passa per via orale. Se il paziente non tollera, ridurre a 3 mg per kg di peso corporeo ogni 12 ore.
  • anziano stessa dose di adulti.
  • Pazienti con insufficienza epatica da lieve a moderata: ridurre la dose di mantenimento della metà.
  • Pazienti con cirrosi epatica grave: Utilizzare solo se i benefici sono superiori ai rischi.
  • Bambini fino a 12 anni: sicurezza ed efficacia.

Uso orale

adulti

  • Con oltre 40 kg di peso: La dose di mantenimento è di 200 mg ogni 12 ore, se la risposta non è adeguata, la dose può essere aumentata a 300 mg ogni 12 ore (se il paziente non tollera, incrementi di 50 mg ogni 12 ore).
  • Almeno 40 kg di peso: La dose di mantenimento di 100 mg ogni 12 ore, se la risposta non è adeguata, la dose può essere aumentata a 150 mg ogni 12 ore (se il paziente non tollera, ridurre a 100 mg ogni 12 ore).
  • Pazienti con insufficienza epatica: può essere necessaria una riduzione della dose.
  • anziano stesse dosi di adulti
  • Bambini fino a 12 anni: sicurezza ed efficacia.