Vaccino contro la difterite, il tetano e la pertosse

Il vaccino contro la difterite, il tetano e la pertosse viene somministrato sotto forma di iniezione che richiede 4 dosi per il bambino da proteggere, ma è anche indicato durante la gravidanza per i professionisti che lavorano in cliniche e ospedali e per tutti gli adolescenti e adulti che avere uno stretto contatto con il neonato.

Questo vaccino è anche chiamato vaccino acellulare contro difterite, tetano e pertosse (dtpa) e può essere applicato al braccio o alla coscia da un infermiere o da un medico presso la clinica sanitaria o presso una clinica privata.

Chi dovrebbe prendere

Il vaccino è indicato per la prevenzione della difterite, del tetano e della pertosse in donne in gravidanza e in lattanti, ma deve essere applicato anche a tutti gli adolescenti e adulti che possono entrare in contatto con il bambino almeno 15 giorni prima della consegna. Quindi, questo vaccino può essere applicato anche ai nonni, zii e cugini del bambino che nascerà presto.

La vaccinazione degli adulti che hanno uno stretto contatto con il bambino è importante perché la pertosse è una malattia grave, che porta alla morte, soprattutto nei bambini di età inferiore a 6 mesi, che sono sempre infetti da persone a loro vicine. È importante prendere questo vaccino perché la pertosse non mostra sempre i sintomi, quindi la persona può essere contaminata e non sapere.

Vaccinazione in gravidanza

Il vaccino è indicato per essere assunto in gravidanza perché stimola il corpo della donna a produrre anticorpi, che poi passano nel bambino attraverso la placenta, proteggendolo. La vaccinazione è raccomandata tra le 27 e le 36 settimane di gestazione, anche se la donna ha già preso questo vaccino in un'altra gravidanza o in un'altra dose precedentemente.

Questo vaccino impedisce lo sviluppo di infezioni gravi, come ad esempio:

  • la difterite: che causa sintomi quali difficoltà di respirazione, gonfiore del collo e cambiamenti nel battito cardiaco;
  • tetano: che può causare convulsioni e spasmi di muscoli molto forti;
  • Pertosse: grave tosse, naso che cola e malessere generale, essendo molto grave nei bambini sotto i 6 mesi di età.

Conoscere tutte le vaccinazioni che il bambino deve prendere: programma di vaccinazione del bambino.

Il vaccino dTpa è gratuito poiché fa parte del programma di immunizzazione di base del bambino e della donna incinta.

Come prendere

Il vaccino viene somministrato tramite un'iniezione nel muscolo ed è necessario assumere le dosi come segue:

  • 1a dose: 2 mesi di età;
  • 2a dose: 4 mesi di età;
  • 3a dose: 6 mesi di età;
  • Rinforzo: a 15 mesi; a 4 anni e poi ogni 10 anni;
  • In gravidanza: 1 dose da 27 settimane di gestazione o fino a 20 giorni prima della consegna, ad ogni gestazione;
  • Anche i professionisti della salute che lavorano in maternità e in terapia intensiva neonatale riceveranno 1 dose del vaccino booster ogni 10 anni.
     

La regione corporea più comune per la somministrazione del vaccino nei bambini di età superiore a 1 anno è il muscolo deltoide del braccio, perché nel caso di applicazione alla coscia porta a difficoltà a camminare a causa di dolori muscolari e, nella maggior parte dei casi, a questa età il bambino sta già camminando.

Questo vaccino può essere somministrato contemporaneamente ad altri vaccini nel programma di vaccinazione infantile, tuttavia è necessario utilizzare siringhe separate e scegliere diversi siti di applicazione.

Effetti collaterali principali

Per 24-48 ore il vaccino può causare dolore, arrossamento e formazione di noduli nel sito di iniezione. Inoltre, possono verificarsi febbre, irritabilità e sonnolenza.

Quando non prendere

Questo vaccino è controindicato per i bambini che hanno avuto la pertosse in caso di reazione anafilattica a dosi precedenti; se compaiono sintomi di reazione allergica come prurito, macchie rosse sulla pelle, formazione di noduli sulla pelle; e in caso di malattia del sistema nervoso centrale; febbre alta; encefalopatia progressiva o epilessia incontrollata.