Vaccino BCG: a cosa serve e quando farlo

BCG è un vaccino indicato per la prevenzione della tubercolosi e viene generalmente somministrato subito dopo la nascita. Questo vaccino non previene l'infezione o lo sviluppo della malattia, ma previene le forme più gravi della malattia, come la tubercolosi miliare e la meningite tubercolare, quindi fa parte del programma di base della vaccinazione del bambino. Scopri di più sulla tubercolosi.

Il vaccino BCG è composto da batteri del Mycobacterium bovis BCG con virulenza ridotta (Bacillus Calmette-Guérin), che stimola il corpo a produrre anticorpi contro questa malattia.

Il vaccino viene fornito dal Ministero della Sanità e viene di solito somministrato presso il reparto maternità o presso la clinica sanitaria. Negli ospedali o nelle cliniche private il vaccino può costare $ 90,00.

Come si usa

Il vaccino BCG deve essere somministrato direttamente allo strato superiore della pelle da un medico esperto, un infermiere o un professionista della salute. Generalmente, per i bambini sotto i 12 mesi la dose raccomandata è di 0,05 ml e per adulti e bambini oltre i 12 mesi di 0,1 ml.

Questo vaccino viene sempre applicato al braccio destro del bambino e la risposta al vaccino richiede da 3 a 6 mesi per apparire e si nota quando compare una piccola macchia rossa in rilievo sulla pelle, che si trasforma in una piccola ulcera e infine una cicatrice. La formazione di cicatrici indica che il vaccino è stato in grado di stimolare l'immunità nel bambino. Inoltre, in alcuni casi per tutta la vita è necessario prendere un richiamo, soprattutto per le persone che hanno avuto contatti prolungati o che vivono con la tubercolosi infetta.

Possibili effetti collaterali

Di solito il vaccino contro la tubercolosi non causa effetti collaterali, tuttavia possono verificarsi gonfiore, arrossamento e dolorabilità nel sito di iniezione, gonfiore dei linfonodi, mal di testa, dolori muscolari e ferite nel sito di iniezione. Quando compaiono questi effetti collaterali, si raccomanda di andare dal pediatra per valutare il bambino.

Controindicazioni

Il vaccino è controindicato per neonati pretermine o sotto i 2 kg, ed è necessario attendere fino a quando il bambino raggiunge i 2 kg per il vaccino da somministrare. Inoltre, le persone con allergie a qualche componente della formula, malattie congenite o immunodepresse, come l'infezione generalizzata o l'AIDS, per esempio, non dovrebbero assumere il vaccino.

Se la donna è incinta o sta allattando al seno, ha un grave problema di salute o è in trattamento con alcuni medicinali, deve parlare con il medico prima di iniziare il trattamento.